Comitato scientifico

Comitato scientifico

  Andrea Artusi
Disegnatore e sceneggiatore

Veneziano classe 1964, ha debuttato giovanissimo sulle pagine dell'editoria cattolica come illustratore, attività che ha poi continuato all'inizio degli anni '80 per Studio Metropolis di Milano collaborando con Case editrici come Mondadori, Rizzoli, Universo e lavorando per la pubblicità, la moda e le produzioni televisive. Dal 1993 è tra le fila dei disegnatori bonelliani debuttando sulle pagine di Legs Weaver per poi passare a Nathan Never, Gregory Hunter, Dampyr e Martin Mystère in seguito anche come sceneggiatore collaborando tra le altre per la testata di Dylan Dog. Ha dato vita all'etichetta indipendente Musa Edizioni dedicandosi all'insegnamento e alla creazioni di eventi sul fumetto. Dal 2000 al 2005 è stato direttore creativo del dipartimento Comics & Illustration di Fabrica, il centro di ricerca internazionale sulla comunicazione del Gruppo Benetton, che ha realizzato Alias, uno dei primissimi E-Comics italiani, e il canale fumetto del portale Rosso Alice di Telecom Italia. E' uno dei Mysteriani, il gruppo di autori guidati da Alfredo Castelli che ha realizzato Le Nuove Avventure a Colori di Martin Mystère. E' tra i fondatori e direttore creativo della crowdfunding agency Ingoal che ha sede a Londra e conduce il programma radiofonico Avamposto 31 per Cube Radio, l'emittente web dell'Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE) per cui ha svolto il ruolo di docente.
     
  Isabella Bossi Fedrigotti
Giornalista e scrittrice

E' nata a Rovereto (Trento) e vive a Milano dove scrive per il Corriere della Sera. Ha esordito nella narrativa nel 1980 con il romanzo "Amore mio uccidi Garibaldi", seguito nell' '83 da "Casa di guerra", nel '91 da "Di buona famiglia" con il quale ha vinto il Premio Campiello. Nel '96 ha poi pubblicato "Magazzino vita" , nel '98 la raccolta di racconti "Il catalogo delle amiche", nel 2001 "Cari saluti" , nel 2003 "La valigia del signor Budischowsky", nel 2008 "Il primo figlio". Del 2010 è una raccolta di racconti dedicati ai bambini. "Se la casa è vuota", del 2012 "I vestiti delle donne", del 2013 un libro per ragazzi, "Gli altri ed io", del 2015 "Quando il mondo era in ordine". Ha inoltre partecipato a un volume a più voci sull'handicap infantile intitolato "Mi riguarda" (e/o) e tiene una rubrica settimanale ("Dalla parte del cittadino") di colloquio con i lettori sull'edizione milanese del Corriere e un forum di conversazione ("Così è la vita") sul Corriere on line. E' presidente del Bagutta, il più antico premio letterario italiano.
     
 

Duccio Canestrini
Antropologo

Roveretano, insegna Sociologia e antropologia del turismo al Campus di Lucca (Università di Pisa). Per dieci anni ha lavorato a Milano come editor per l'antropologia e poi da inviato del mensile "Airone", in tutti i continenti. Da sempre attento all'etica della comunicazione e al linguaggio audiovisivo, ha diretto alcuni documentari dedicati al rapporto uomo-ambiente (in Etiopia, in Amazzonia e in Alto Adige). Tra le sue pubblicazioni ha al suo attivo alcuni fortunati libri sui viaggi, il turismo e la nuova etnografia. Ultimo libro: Antropop. La tribù globale, (Bollati Boringhieri).

     
  Barbara Maurina
Conservatrice della Sezione Archeologia della Fondazione Museo Civico di Rovereto

Archeologa classica, Barbara Maurina dal 1999 è conservatrice della Sezione Archeologica della Fondazione Museo Civico di Rovereto. Dopo la laurea all'Università di Trento, ha condotto studi di perfezionamento all’Institute of Archaeology dell’University College London e ha conseguito il diploma di specializzazione presso l'Università di Trieste e il dottorato di ricerca presso l'Università di Siena. È stata docente a contratto presso le Università di Trento e Milano e ha collaborato con diversi enti e istituti, fra cui l’École Française de Rome, il Deutsches Archäologisches Institut, le Università di Würzburg e dell'Arizona, le Soprintendenze per i Beni Archeologici di Roma e del Lazio. Sin dal 1988 partecipa a campagne archeologiche in Italia e all'estero. Ha al suo attivo oltre cento pubblicazioni scientifiche. 
 
Scroll to Top